• gentedimare
  • gentedimare
  • gentedimare
  • gentedimare
  • gentedimare
  • gentedimare
  • gentedimare
  • gentedimare
  • gentedimare
  • gentedimare

ISCRIVITI

Invia la Tua Foto


Accesso Soci

ACCESSO SOCI

Meteo

Home
IPSEMA PDF Stampa E-mail
ipsema - IPSEMA
Lunedì 28 Maggio 2012 15:36

Prodotto informativi IPSEMAUn efficace mezzo di diffusione della “cultura della prevenzione” è rappresentato dalla distribuzione di prodotti realizzati su iniziativa propria o con la collaborazione di Istituti, Organismi, Associazioni di categoria che si occupano di prevenzione.
I prodotti, che costituiscono anche supporto alle attività formative nei diversi ambiti del lavoro marittimo, sono disponibili gratuitamente presso le sedi dell’IPSEMA e sono distribuiti in occasione di fiere, manifestazioni, convegni. Possono inoltre essere spediti alle società armatoriali che ne facciano richiesta o scaricati direttamente dal sito.

Quaderni di Formazione per la Sicurezza sul Lavoro

I “Quaderni di formazione per la sicurezza sul lavoro” costituiscono una collana di opuscoli, specifici per categoria di rischio, contenenti tutte le informazioni e le indicazioni pratiche che un lavoratore marittimo deve conoscere per lavorare più sicuro a bordo, in relazione alla propria particolare mansione, nonché una sintesi delle norme di riferimento. I Quaderni sono semplici da leggere e maneggevoli, in modo che ciascun equipaggio possa tenerne una copia a bordo a portata di mano.

La sicurezza del personale di coperta (PDF, 4640 Kb)

Le cucine a bordo delle navi (PDF, 1437 Kb)

I locali macchine a bordo delle navi (PDF, 3267 Kb)

Vibrazioni meccaniche e radiazioni (PDF, 2665 Kb)

 
IPSEMA PDF Stampa E-mail
ipsema - IPSEMA
Lunedì 28 Maggio 2012 15:36

Prodotto informativi IPSEMAUn efficace mezzo di diffusione della “cultura della prevenzione” è rappresentato dalla distribuzione di prodotti realizzati su iniziativa propria o con la collaborazione di Istituti, Organismi, Associazioni di categoria che si occupano di prevenzione.
I prodotti, che costituiscono anche supporto alle attività formative nei diversi ambiti del lavoro marittimo, sono disponibili gratuitamente presso le sedi dell’IPSEMA e sono distribuiti in occasione di fiere, manifestazioni, convegni. Possono inoltre essere spediti alle società armatoriali che ne facciano richiesta o scaricati direttamente dal sito.

Quaderni di Formazione per la Sicurezza sul Lavoro

I “Quaderni di formazione per la sicurezza sul lavoro” costituiscono una collana di opuscoli, specifici per categoria di rischio, contenenti tutte le informazioni e le indicazioni pratiche che un lavoratore marittimo deve conoscere per lavorare più sicuro a bordo, in relazione alla propria particolare mansione, nonché una sintesi delle norme di riferimento. I Quaderni sono semplici da leggere e maneggevoli, in modo che ciascun equipaggio possa tenerne una copia a bordo a portata di mano.

La sicurezza del personale di coperta (PDF, 4640 Kb)

Le cucine a bordo delle navi (PDF, 1437 Kb)

I locali macchine a bordo delle navi (PDF, 3267 Kb)

Vibrazioni meccaniche e radiazioni (PDF, 2665 Kb)

 
IPSEMA PDF Stampa E-mail
ipsema - IPSEMA
Lunedì 28 Maggio 2012 15:36

Prodotto informativi IPSEMAUn efficace mezzo di diffusione della “cultura della prevenzione” è rappresentato dalla distribuzione di prodotti realizzati su iniziativa propria o con la collaborazione di Istituti, Organismi, Associazioni di categoria che si occupano di prevenzione.
I prodotti, che costituiscono anche supporto alle attività formative nei diversi ambiti del lavoro marittimo, sono disponibili gratuitamente presso le sedi dell’IPSEMA e sono distribuiti in occasione di fiere, manifestazioni, convegni. Possono inoltre essere spediti alle società armatoriali che ne facciano richiesta o scaricati direttamente dal sito.

Quaderni di Formazione per la Sicurezza sul Lavoro

I “Quaderni di formazione per la sicurezza sul lavoro” costituiscono una collana di opuscoli, specifici per categoria di rischio, contenenti tutte le informazioni e le indicazioni pratiche che un lavoratore marittimo deve conoscere per lavorare più sicuro a bordo, in relazione alla propria particolare mansione, nonché una sintesi delle norme di riferimento. I Quaderni sono semplici da leggere e maneggevoli, in modo che ciascun equipaggio possa tenerne una copia a bordo a portata di mano.

La sicurezza del personale di coperta (PDF, 4640 Kb)

Le cucine a bordo delle navi (PDF, 1437 Kb)

I locali macchine a bordo delle navi (PDF, 3267 Kb)

Vibrazioni meccaniche e radiazioni (PDF, 2665 Kb)

 
IPSEMA PDF Stampa E-mail
ipsema - IPSEMA
Lunedì 28 Maggio 2012 15:36

Prodotto informativi IPSEMAUn efficace mezzo di diffusione della “cultura della prevenzione” è rappresentato dalla distribuzione di prodotti realizzati su iniziativa propria o con la collaborazione di Istituti, Organismi, Associazioni di categoria che si occupano di prevenzione.
I prodotti, che costituiscono anche supporto alle attività formative nei diversi ambiti del lavoro marittimo, sono disponibili gratuitamente presso le sedi dell’IPSEMA e sono distribuiti in occasione di fiere, manifestazioni, convegni. Possono inoltre essere spediti alle società armatoriali che ne facciano richiesta o scaricati direttamente dal sito.

Quaderni di Formazione per la Sicurezza sul Lavoro

I “Quaderni di formazione per la sicurezza sul lavoro” costituiscono una collana di opuscoli, specifici per categoria di rischio, contenenti tutte le informazioni e le indicazioni pratiche che un lavoratore marittimo deve conoscere per lavorare più sicuro a bordo, in relazione alla propria particolare mansione, nonché una sintesi delle norme di riferimento. I Quaderni sono semplici da leggere e maneggevoli, in modo che ciascun equipaggio possa tenerne una copia a bordo a portata di mano.

La sicurezza del personale di coperta (PDF, 4640 Kb)

Le cucine a bordo delle navi (PDF, 1437 Kb)

I locali macchine a bordo delle navi (PDF, 3267 Kb)

Vibrazioni meccaniche e radiazioni (PDF, 2665 Kb)

 
IL CONTRATTO DI APPRENDISTATO PDF Stampa E-mail
Notizie generali - Generale
Lunedì 28 Maggio 2012 15:33
24.05.2011 IL CONTRATTO DI APPRENDISTATO Si avvia alla conclusione l’iter legislativo La Legge n. 183/2010 (collegato lavoro) ha delegato il Governo a riformare l'intera disciplina del contratto di apprendistato. Il Consiglio dei Ministri il 5 maggio scorso ha approvato un primo schema di decreto legislativo.   La delega al Governo prevede il raggiungimento di un accordo tra le Parti Sociali e le Regioni e il parere da parte delle Commissioni parlamentari competenti. Solo dopo tale iter il testo sarà approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri.   Con lo scopo di riordinare l'intera materia, il nuovo impianto legislativo si concretizzerà in un Testo Unico che, sostituendo e abrogando le leggi precedenti, diventerà la normativa di riferimento. Vi riportiamo una scheda sintetica di lettura dello schema di decreto legislativo. Sono previste tre forme di apprendistato: per l'acquisizione di una qualifica professionale; professionalizzante; di alta formazione e ricerca. Il contratto di apprendistato, a cui si riconosce la natura di rapporto di lavoro a tempo indeterminato, che in assenza di recesso delle parti si stabilizza automaticamente, sarà caratterizzato da una disciplina generale comune affidata alla contrattazione collettiva nel rispetto di alcuni principi fondamentali quali: · Forma scritta del contratto e del piano formativo individuale; · Il divieto di retribuzione a cottimo; · La possibilità di inquadrare il lavoratore fino a due livelli inferiori rispetto alla categoria spettante o, in alternativa, di riconoscere una retribuzione in misura percentuale e in modo graduale all'anzianità di servizio; · La presenza di un tutor; · La registrazione della formazione nel libretto formativo; · Il riconoscimento della qualifica professionale ai fini contrattuali. A tutto questo, si aggiunga la possibilità di interessare nei percorsi formativi i Fondi Interprofessionali. Entrando poi nell'analisi delle singole forme, l'apprendistato per l'acquisizione di una qualifica professionale potrà essere destinato ai soggetti di quindici anni di età, anche per l'assolvimento dell'obbligo di istruzione, con una durata massima che non potrà superare i tre anni. In tal caso la disciplina dei profili formativi è riservata alle Regioni. In caso di mancata regolamentazione, provvederà il Ministero del Lavoro e il Ministero dell'Istruzione con apposito Decreto sentite le parti sociali. L'apprendistato professionalizzante, previsto per i giovani tra i 18 e i 29 anni di età e ai lavoratori in mobilità, sarà regolamentato dagli accordi interconfederali e dai contratti collettivi. Questi stabiliranno la durata, comunque non superiore a 6 anni, e il sistema di fruizione della formazione. Per quanto riguarda la formazione trasversale, finanziata dalle Regioni, sono previste un totale di 40 ore per il primo anno e di 24 per il secondo. In merito all'apprendistato di alta formazione e di ricerca, la nuova disciplina continua a riconoscere alle Regioni la competenza a regolamentare i profili formativi. Inoltre potrà essere utile ai fini dell'assolvimento del praticantato presso studi professionali. Entro 12 mesi il Ministero del Lavoro e il Ministero dell'Istruzione dovranno, in intesa con le Regioni, individuare gli standard formativi e gli standard di certificazione. Per quanto riguarda l'apprendistato professionalizzante, i relativi standard professionali di riferimento saranno definiti nei ccnl di categoria. Presso il Ministero del Lavoro si costituirà il Repertorio delle professioni, costituito da un organismo tecnico composto dal Ministero dell'Istruzione, dalle parti sociali e dai rappresentanti della Conferenza Stato Regioni. Tale organismo avrà lo scopo di armonizzare le qualifiche professionali acquisite attraverso le diverse tipologie di apprendistato. La distribuzione degli incentivi, previsti in egual misura rispetto alla normativa vigente, dovrà essere verificata dagli enti bilaterali o dai soggetti accreditati a livello regionale in merito alla formazione svolta. In caso di mancata erogazione della formazione prevista il datore di lavoro sarà tenuto a versare la quota dei contributi agevolati aumentati del 100%.
Ultimo aggiornamento Lunedì 25 Marzo 2013 07:42
 
« InizioPrec.3132Succ.Fine »

Pagina 32 di 32

Link

Link consigliati:

Contributo

QUOTA ISCRIZIONE


feed-image Feed Entries

Ass. Nazionale Gente di Mare - Casina dei capitani - Via Municipio, 80061 Meta (NA) - Tel/Fax: 081 532 18 34

Ultime notizie

I più letti


Design by Gente di Mare
AREA PRIVATA